Metodo

Il principio

Il calcolatore salariale online si basa su una procedura di stima statistica. È stata stimata qual è l’influenza esercitata in media sui salari da diverse caratteristiche. Ad esempio, a parità di profilo, di quanto aumenta il salario medio con un anno di anzianità di servizio in più o quanto guadagnino di più i lavoratori che hanno portato a termine il tirocinio rispetto a chi invece il tirocinio non l’ha conseguito.

La stima dell’influenza delle singole caratteristiche concorre al calcolo dei salari usuali. Ogni singola caratteristica che viene indicata nel profilo professionale è moltiplicata per l'influenza stimata della caratteristica in questione. Infine si sommano i risultati di ciascuna moltiplicazione per calcolare i salari usuali.

Regressioni ramo per ramo

L’influenza delle caratteristiche viene calcolata mediante regressioni dei minimi quadrati. La variabile dipendente delle regressioni è rappresentata dal salario lordo standard. Le variabili indipendenti sono le caratteristiche relative alla persona e al posto di lavoro, che possono essere selezionate anche nel momento in cui si compila il profilo professionale, nonché le singole aziende:

  • età
  • anzianità di servizio
  • i singoli titoli di formazione
  • le singole posizioni gerarchiche
  • i singoli gruppi professionali
  • ogni singola azienda

Per ciascuno dei 65 rami è stata calcolata la relativa regressione. In questo modo è possibile rispecchiare in modo adeguato la diversa influenza esercitata dalle caratteristiche e dalle aziende a seconda del ramo. Nel ramo assicurativo, ad esempio, una laurea non porta in media allo stesso guadagno supplementare dei settori commercio al dettaglio o costruzione di macchinari.

Caratteristiche non considerate

Le caratteristiche che non hanno alcuna rilevanza in termini di qualifiche o requisiti degli occupati o che misurano unicamente la discriminazione salariale non sono state integrate come variabili nelle regressioni. Tali caratteristiche sono le seguenti:

  • genere
  • stato civile
  • nazionalità/stato di soggiorno
  • dimensione dell’azienda
  • modalità di determinazione del salario (salario orario, 13a mensilità, bonus)
  • grado di occupazione

Nonostante tutti questi fattori abbiano un’influenza statisticamente significativa sui salari, si tratta tuttavia di criteri non oggettivi che indicano discriminazione o la corresponsione di premi salariali da parte delle aziende con maggiore disponibilità finanziaria. Se si prende ad esempio in considerazione il genere, risulta che in media le donne guadagnano meno degli uomini. Tale disuguaglianza non è da ascriversi tuttavia a una diversità di qualifiche o requisiti, bensì alla discriminazione praticata nei confronti delle donne sul mercato del lavoro.

L’influenza dell’azienda

Le singole aziende vengono considerate come un’ulteriore caratteristica e quindi integrate nelle regressioni per tenere conto dell’influenza di ogni singola azienda sul salario medio. Le aziende possono esercitare un'influenza diversa sui salari riconducibile alle seguenti circostanze:

  • Per la regione svizzera in cui operano: in Ticino il livello dei salari è ad esempio inferiore a quello di Zurigo.
  • Per la dimensione dell’azienda: le aziende più grandi tendono a offrire salari più elevati di quelle piccole.
  • Per la politica salariale dell’azienda: le aziende possono ad esempio essere legate a un contratto collettivo di lavoro oppure far partecipare maggiormente i collaboratori al successo dell’azienda stessa.

Una volta stimata l’influenza esercitata da ogni singola azienda sul salario, le aziende sono state raggruppate secondo le 7 regioni di appartenenza (Lemano, Espace Mittelland, Svizzera nordoccidentale, Zurigo, Svizzera orientale, Svizzera centrale e Ticino). A ogni regione è stata quindi attribuita l'influenza aziendale esercitata sul salario dei propri occupati. Infine, per ciascuna regione sono state determinate 3 tipologie di influenza aziendale, le quali sono meno rilevanti rispettivamente sul 25%, il 50% e il 75% degli occupati.

Il calcolo dei salari usuali

Per calcolare i salari usuali vengono innanzitutto moltiplicate le caratteristiche selezionate nel profilo professionale per la loro influenza stimata. I prodotti di queste moltiplicazioni vengono quindi sommati.

Nel calcolo del salario medio viene integrata l’influenza aziendale meno rilevante sul 50% degli occupati. Per il calcolo del salario corrispondente alla soglia inferiore (25%) viene invece integrata l’influenza aziendale meno rilevante sul 25% degli occupati. Per il salario corrispondente alla soglia superiore (25%) viene integrata l’influenza aziendale meno rilevante sul 25% degli occupati.

Per motivi di rappresentatività e precisione del metodo di calcolo vengono considerati solo quei salari che si basano su almeno dieci aziende per regione (v. colonna «Aziende») con complessivamente 150 dati salariali (v. colonna «N»).

I dati

Le stime sono elaborate sulla base della Rilevazione della struttura dei salari 2014 dell’Ufficio federale di statistica. La banca dati comprende circa 1,7 milioni di stipendi relativi a 35 000 aziende. Forte della vasta scala dell’indagine e dell’obbligo di partecipazione per i datori di lavoro coinvolti, questo rilevamento consente di stimare in modo affidabile l’entità dei salari in funzione di qualifica, attività svolta, caratteristiche personali, ramo e dimensione dell'azienda.

 
Diventare associato


Produktion (Version 5.4.4)